COMITATO NAZIONALE DELLE SSIS IX CICLO

martedì, 16 settembre 2008

Dal Sole 24 ore del 15/09/08

Filed under: informazione — Violetta Rossi @ 12:52 am

All’interno di un ampio speciale su scuola e reclutamento, anche questo articolo sulle SSIS firmato da A. Demurtas.

giovedì, 7 agosto 2008

Assemblea del IX ciclo a Roma, 20 settembre

Filed under: news dal Comitato — Violetta Rossi @ 1:07 pm

Riceviamo da alcuni colleghi della SSIS Lazio e pubblichiamo il comunicato che segue, del quale il Comitato condivide gli intenti e i contenuti.

Gli studenti della SSIS IX ciclo convocano una assemblea per il giorno sabato 20 settembre ore 14.00, Università degli studi di Roma La Sapienza – Facoltà di Ingegneria (aula 7) per discutere dell’inserimento nelle graduatorie ad esaurimento (ex permanenti) di coloro che si abiliteranno a conclusione del IX ciclo SSIS e delle politiche che il Ministro Gelmini intende attuare in tema di Pubblica Istruzione.

Gli studenti del IX ciclo SSIS denunciano la disparità di trattamento alla quale sono stati sottoposti rispetto ai cicli precedenti. La SSIS, ovvero la Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario, fino all’VIII ciclo permetteva, dopo un impegnativo percorso di studi della durata di due anni, l’abilitazione all’insegnamento e l’inserimento nelle graduatorie ministeriali come docenti di ruolo.

Dopo la Finanziaria 2007 le graduatorie permanenti sono state trasformate in graduatorie ad esaurimento e sono state bloccate in vista di una riforma del reclutamento dei docenti. Il IX ciclo SSIS è stato comunque avviato nell’Anno Accademico 2007/2008, con modalità identiche rispetto ai cicli precedenti, ovvero ammissione tramite concorso, lezioni a frequenza obbligatoria, esami in itinere, tirocinio diretto in aula, esame abilitante finale.

Il mancato inserimento in graduatoria degli abilitati SSIS IX ciclo significherebbe costruire un esercito di circa 11.000 inoccupati specializzati, in possesso di un’abilitazione paradossalmente non spendibile proprio nella scuola pubblica.

Come studenti SSIS crediamo che la nostra richiesta di inserimento in graduatoria non possa essere disgiunta da una ferma opposizione al precariato su cui si basa la professione di docente. Anche qualora la nostra richiesta di inserimento in graduatoria venisse accolta, ci troveremmo ad ingrossare le file dell’esercito dei docenti precari in attesa di un impiego annuale.

Il taglio di ben 90.000 cattedre in tre anni annunciato dalla ministra Gelmini impedirà l’assorbimento dei docenti precari entrati con l’ultimo concorso.

I tagli previsti alle spese per la pubblica istruzione non lasciano dunque sperare in una risoluzione del problema del precariato degli insegnanti, né tantomeno saranno utili ad elevare la qualità dell’istruzione impartita, prevedendo- tra l’altro- un aumento degli studenti per classe.

Il quadro allarmante verso il quale si sta dirigendo la scuola pubblica è ben prospettato

dalla riforma scolastica presentata dalla deputata Aprea, che prevede, come soluzione alla riduzione della spesa per l’istruzione pubblica, la trasformazione delle istituzioni scolastiche in fondazioni, rette da finanziamenti misti stato-privato e si pone come obiettivo la privatizzazione dei contratti degli insegnanti, trasformandoli da dipendenti pubblici a lavoratori autonomi.

Nella suddetta riforma si parla anche di concorsi di istituto, dunque della fine del reclutamento degli insegnanti su base nazionale e dell’acquisizione di pieni poteri in termini di assunzioni da parte del preside manager.

Riteniamo che quanto prospettato dalla Ministra Gelmini e dalla Presidente della Commissione Cultura della Camera Aprea vada verso la costituzione di una scuola pubblica sempre più basata sulla precarietà degli insegnanti e sulla precarietà del sapere.

Proponiamo di costruire una mobilitazione nazionale che coinvolga docenti precari, studenti SSIS abilitandi o già abilitati, nonché studenti di scuola secondaria.

lunedì, 4 agosto 2008

La situazione a ferragosto

Filed under: Senza Categoria — Andrea Ciampi - A019 Siena - Area comune Firenze @ 7:16 pm

Con l’imminenza della sosta dell’intero paese Italia, come ogni ferragosto, è giusto fare un breve riassunto della situazione, dopo oramai 9 mesi di battaglia per la nostra questione dell’inserimento in graduatoria.
Accantonando l’esperienza del vecchio governo, conclusasi con l’ordine del giorno del nostro inserimento accolto come raccomandazione (da un governo in scioglimento), l’ANIEF in questi mesi è riuscita a portare in parlamento due ordini del giorno accolti come impegno dal governo in carica. In altre parole, il governo, sia di fronte alla Camera che di fronte al Senato si è impegnato ad inserirci nelle graduatorie.
Sono uscite anche dichiarazioni favorevoli di senatori, e anche la stessa Ministra Gelmini si è dimostrata favorevole al nostro inserimento in graduatoria in un intervista a radioanch’io, programma di radiorai.
Nel frattempo si sta discutendo la nuova riforma del reclutamento. Il ddl Aprea, che avrà ancora un iter parlamentare piuttosto lungo, al momento ipotizza che il 50% dei posti futuri potrà essere destinato a laureati provenienti da una futura laurea specialistica abilitante, con accesso dalla laurea triennale, che sarà simile alla SSIS. Questi laureati, dopo un anno ulteriore di tirocinio dovrebbero poter entrare in un albo professionale dal quale si dovrebbe potere accedere a dei concorsi di istituto per entrare in ruolo.
Nel frattempo il X ciclo SSIS è stato ufficialmente bloccato e decreta la fine delle SSIS, che si esauriscono dunque col IX ciclo.
L’ANIEF è stata audita al Senato a fine luglio (con 3 delegati, tra cui anche Chiara Gedressi, “proveniente” dal comitato), a ulteriore dimostrazione che i politici ci ascoltano e che dobbiamo solo perseverare.
Qual è il nostro obiettivo? Ovviamente sempre il solito: entrare, come IX ciclo SISS nelle graduatorie ad esaurimento, con il nostro punteggio.
Dopo potremo poi discutere insieme a tutti i precari del futuro della scuola, su cui purtroppo vengono investite sempre meno risorse, e insieme ai sissini di tutti i cicli un destino comune, magari chiedendo anche l’accesso all’eventuale nuovo sistema (che destinerebbe, lo ripeto, il 50% dei posti, lasciando il restante 50% alle GE), oppure addirittura un canale riservato. Dopo naturalmente essere stati inseriti nelle agognate garaduatorie.
L’ANIEF ha indetto una manifestazione il 2 ottobre a Roma, davanti alla Camera, per tutti i nonociclisti, con l’obiettivo dell’inserimento in graduatoria. Tutti sono benvenuti, a patto ovviamente di essere lì solo per quell’obiettivo.
Dobbiamo essere uniti, ed esserci tutti, compresi zii, fidanzati, nonni, amici, colleghi, mamme, babbi, nipoti, ecc ecc… Più saremo e meglio sarà.

Intanto un grazie a tutti: ANIEF, Comitato, e tutti i sissini che stanno lottando per il nostro obiettivo. Ce la faremo.

Per tutte le notizie su tutto ciò che è accaduto negli ultimi mesi c’è il Blog ANIEF IX ciclo, mentre per discutere e organizzarci tra di noi c’è il Forum IX ciclo, dedicato a tutti i nonoclisti.

sabato, 24 maggio 2008

Su “La provincia cosentina” del 23/05/2008

Filed under: informazione — Elvira Gallelli IX Ciclo-Unical @ 5:53 pm

Vi segnaliamo il link di un recente articolo pubblicato da un quotidiano calabrase…continuiamo a far parlare di noi!

http://www.laprovinciacosentina.it/portale/view_notizia.cfm?Q_TEM=UNIVERSITA’&Q_ID=3827

mercoledì, 23 aprile 2008

Dal Corriere della sera del 23/04

Filed under: informazione — Violetta Rossi @ 8:14 pm

Oggi l’edizione on line del “Corriere della sera” ha pubblicato un articolo sulla SSIS e sul nono ciclo a firma Ambra Craighero. Potete leggerlo al link:

http://www.corriere.it/cronache/08_aprile_22/precariato_scuola_italiana_6a05cb76-1073-11dd-8bce-00144f486ba6.shtml

martedì, 4 marzo 2008

Da D News del 4/3/08

Filed under: informazione — Giulio Vallarino @ 6:34 pm

Nell’edizione odierna di D News, nuovo freepress nazionale, due ampie e dettagliate pagine (pp. 46-47) sui problemi del IX ciclo SSIS a firma di Giulia Guerri. Su http://www.dnews.eu è possibile sfogliare il giornale e leggere l’articolo.

mercoledì, 27 febbraio 2008

Ultime dal Senato

Filed under: news dal Comitato — Violetta Rossi @ 8:38 pm

Come già segnalato da alcuni frequentatori del blog nei Commenti, nella seduta del Senato di oggi l’emendamento 24 quinquies.100 al Decreto milleproroghe è stato convertito in “ordine del giorno” e non è stato sottoposto a votazione in quanto approvato dal Governo.

Un ordine del giorno, leggiamo sul sito del Senato, è “un atto di indirizzo: un documento che ha carattere accessorio rispetto ad un altro testo – normalmente un disegno di legge – su cui l’Assemblea o una Commissione è chiamata a deliberare”. L’ordine del giorno “tende a circoscrivere o precisare il significato della deliberazione principale, impegnando politicamente il Governo sul modo in cui essa vada interpretata o si debba procedere alla sua applicazione”.

Insomma, l’ordine del giorno non ha alcun valore giuridico ma è un atto puramente politico, un impegno richiesto su una certa materia dal Parlamento al Governo, che nella fattispecie ha accolto l’istanza.

Se la situazione politica fosse stata diversa, si sarebbe trattato di un successo importante, perché il Governo in carica avrebbe avuto tutto il tempo di mettere in pratica l’impegno assunto. Ma il Governo che ha accolto l’ordine del giorno che ci riguarda tra due mesi sarà sostituito da un nuovo esecutivo, ed è improbabile che nel frattempo possa prendere provvedimenti sul IX ciclo SSIS. In sostanza, la nostra è una “patata bollente” che l’attuale Governo dimissionario trasmette al governo che verrà.

A noi però resta in mano un’arma ulteriore, che, insieme alle migliaia di firme raccolte, potremo utilizzare per fare pressione sui nuovi interlocutori politici, quali che siano, dopo le elezioni di aprile.   

NON DEMORDIAMO! 

martedì, 26 febbraio 2008

Facciamo il punto

Filed under: news dal Comitato — Violetta Rossi @ 7:48 pm

Come ampiamente previsto il testo del Decreto milleproroghe, oggi in discussione al Senato, non contiene l’emendamento che ci avrebbe consentito l’accesso alle graduatorie ad esaurimento.

L’appoggio garantitoci da pochi deputati e senatori difficilmente basterà a portare avanti le nostre istanze di fronte a un Parlamento indifferente e sostanzialmente ignorante in materia.

A questo punto è urgente fare chiarezza su alcune questioni fondamentali: 

1- sensibilizzazione. Rafforziamo i contatti politici che già possediamo ed eventualmente creiamone di nuovi. Continuiamo a sensibilizzare l’opinione pubblica tramite i mezzi di comunicazione, tenendo però conto che in questa fase l’attenzione dei media è quasi del tutto concentrata sulle macro-questioni della campagna elettorale. 

2- mobilitazione nazionale. La raccolta di firme ha ormai superato le 6000 adesioni (a breve un conteggio dettagliato) e, come emerge da molti dei nostri interventi su questo blog, i tempi sembrano maturi per l’organizzazione di una manifestazione nazionale che sia il momento culminante della nostra protesta. Ma siamo sicuri che organizzare ora una manifestazione con una finalità così specifica e senza un preciso interlocutore politico, mancando un governo in carica, sia un’iniziativa efficace per il conseguimento dei nostri obiettivi? Non sarebbe forse meglio attendere l’esito delle elezioni e finalizzare tutti i nostri sforzi per un’unica grande manifestazione da organizzare entro un mese dall’insediamento del nuovo governo? Discutiamone. 

3- il ricorso. Alcuni colleghi della SSIS Lazio hanno raccolto i fondi per avere una consulenza presso uno studio legale specializzato in materia di legislazione scolastica, al fine di comprendere la reale fattibilità, allo stato attuale, di un ricorso al TAR. A breve gli aggiornamenti.

 

giovedì, 21 febbraio 2008

Una cattiva notizia

Filed under: news dal Comitato — Violetta Rossi @ 9:30 pm

Nonostante le nostre speranze, le nostre legittime richieste e le nostre pressioni, l’emendamento al Decreto “milleproroghe” che avrebbe dovuto consentirci l’ingresso nelle graduatorie ad esaurimento è stato bocciato all’esame delle Commissioni della Camera. Nel frattempo, si fanno insistenti da più parti le voci circa l’avvio di un decimo ciclo SSIS.

sabato, 16 febbraio 2008

Una buona notizia

Filed under: informazione, news dal Comitato — Violetta Rossi @ 4:06 pm

SCUOLA: SINISTRA, APRIRE GRADUATORIA ANCHE A STUDENTI SISS
(ANSA) – MILANO, 15 FEB – Per permettere agli 11.830 iscritti al nono ciclo 
delle Ssis (Scuole di specializzazione per l’insegnamento secondario) di 
accedere alle graduatorie ad esaurimento dalle quali sono ad oggi esclusi, la 
sinistra presentera’ nei prossimi giorni un emendamento in occasione del 
decreto Milleproroghe. E’ quanto emerso dall’incontro di questo pomeriggio 
organizzato a Milano dagli studenti lombardi delle Ssis di Brera, 
dell’Universita’ Cattolica e Statale di Milano e dell’Universita’ di Pavia, a 
cui hanno partecipato le senatrici Maria Agostina Pellegatta (Pdci) e Giovanna 
Capelli (Prc), rispettivamente vicepresidente e membro della commissione 
istruzione pubblica del Senato.
Il problema riguarda tutti gli iscritti al nono ciclo delle Ssis – 1800 in 
Lombardia e 11.830 in Italia – che ad oggi non possono accedere alle 
graduatorie perche’ chiuse e trasformate in esaurimento dal ministero della 
Pubblica Istruzione con la legge finanziaria 2007. ‘C’e’ stata una mancanza di 
comunicazione tra i due Ministeri – dicono gli studenti – perche’ nonostante 
Fioroni avesse chiuso le graduatorie, Mussi ha indetto ugualmente il nono ciclo 
Ssis, senza chiarire la posizione degli 11.830 iscritti’.
‘Abbiamo trasformato le graduatorie permanenti ad esaurimento per porre fine 
alla piaga del precariato – ha spiegato la senatrice Pellegatta -. Il secondo 
passaggio, bloccato dalla caduta del governo, consiste nella delega data con la 
finanziaria 2008 ai due Ministeri, per definire le nuove modalita’ di 
reclutamento e formazione dei docenti che avrebbe risolto anche il problema 
degli specializzandi del IX ciclo’.
Se l’emendamento verra’ bocciato, si potra’ decidere di bandire un concorso 
ordinario pubblico a cattedra per gli abilitati Ssis, suggerisce Giuseppe 
Bonelli della segreteria tecnica del ministero della Pubblica istruzione.
Intanto, gli studenti hanno iniziato a raccogliere le adesioni per un 
eventuale ricorso al Tar: su 1800 sissini lombardi gia’ 860 hanno messo la loro 
firma. (ANSA).

 

martedì, 12 febbraio 2008

Dal Messaggero Veneto dell’08/02/08

Filed under: informazione — Giulio Vallarino @ 10:44 pm

articolo3.gif

domenica, 10 febbraio 2008

L’utima spiaggia?

Filed under: news dal Comitato — Giulio Vallarino @ 11:00 pm

Abbiamo chiesto un incontro con i Ministri della P.I. e dell’Università i quali, nonostante lo scioglimento delle Camere, dovrebbero (mai come ora il condizionale è d’obbligo!) portare a termine il famoso decreto attuativo delle norme sul reclutamento dei docenti previste in finanziaria. Le richieste sono quelle che già tutti conoscono e approvano.L’On. Folena, in ottemperanza agli impegni presi con il Comitato e poi sfumati per la crisi di governo, seguirà l’iter di questa nuova richiesta di ascolto con un impegno personale.Il governo è caduto, sì, ma noi ancora no: il Limbo sa resistere.Ecco il testo della lettera:

alla c.a. del Ministro della Pubblica Istruzione On. G. Fioroni

alla c.a. del Ministro dell’Università Sen. F. Mussi

e p.c. al Presidente della Commissione Cultura della Camera dei Deputati On. P. Folena

 

 

Oggetto: SITUAZIONE DEL IX CICLO SSIS PER L’ANNO ACCADEMICO 2007/2008Gentili Ministri,gli Specializzandi del IX ciclo delle Scuole di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario (SSIS) vi scrivono per tre motivi: denunciare l’ingiustizia che riteniamo di aver subìto, capire come la situazione in cui ci troviamo possa essersi determinata, collaborare con le Istituzioni preposte affinché il nostro diritto al lavoro e, contestualmente, alle pari opportunità non venga violato.Noi tutti, esattamente come gli Specializzandi dei cicli precedenti, stiamo frequentando una SSIS che ha richiesto un concorso pubblico di accesso a numero chiuso e che si sviluppa attraverso un corso di studi estremamente impegnativo, a conclusione del quale è previsto un esame finale abilitante e, finora almeno, negli effetti equivalente a concorso pubblico. Si aggiunga che, esattamente come gli Specializzandi dei cicli precedenti, anche noi sosterremo un costo medio di circa 3.000 Euro per i due anni di corso.Tuttavia, benché le modalità di accesso, svolgimento e conclusione dei corsi siano le medesime dei precedenti cicli SSIS (cfr. D.P.R. 31 luglio 1996, n. 470), a noi del IX ciclo è stato precluso l’accesso alle graduatorie ad esaurimento (ex permanenti) del Provveditorato. Ciò si traduce in una retrocessione penalizzante e frustrante: alla fine del percorso di formazione, infatti, saremo inseriti solo nella seconda fascia delle graduatorie di istituto, mentre gli Specializzandi dell’VIII ciclo e dei cicli precedenti sono stati inseriti nella prima fascia delle graduatorie del Provveditorato, concorrendo all’immissione in ruolo con il sistema del cosiddetto “doppio canale” (L. 417 del 27 dicembre 1989).A causa del meccanismo stabilito dal Decreto Ministeriale del 12 luglio 2007, cui non è seguita alcuna riforma del percorso formativo SSIS, siamo di fatto penalizzati e subiamo una disparità di trattamento per quanto attiene all’accesso nel mondo del lavoro, sia rispetto ai precedenti cicli SSIS, sia rispetto agli eventuali cicli successivi. A nessuno Specializzando in passato è stato chiesto di superare tre concorsi in tre anni per poter lavorare nelle scuole, noi invece, per quanto ci pare di aver appreso, dovremo sostenere anche il futuribile concorso nazionale previsto dalle ultime norme per avere una possibilità – non una garanzia – di immissione in ruolo. Né si è mai assistito ad un titolo di studio arbitrariamente dequalificato e parificato ad un titolo di grado inferiore: nel Quaderno Bianco della Scuola (2007), infatti, si prevedono criteri di modalità e accesso alla SSIS con la sola Laurea Triennale, mentre l’accesso al IX ciclo prevedeva la vecchia Laurea Quadriennale o la nuova Laurea Magistrale.Gli Specializzandi del IX ciclo si sono autonomamente e spontaneamente organizzati costituendo il Comitato Nazionale delle SSIS IX Ciclo che da mesi si sta battendo su questo tema. La prima strategia è stata quella di sottoporre ai politici una proposta di emendamento alla Finanziaria 2008, emendamento poi effettivamente presentato dall’On. Cannavò ma giudicato inammissibile dalla Commissione Bilancio. In un secondo tempo abbiamo richiesto un’audizione in Commissione Cultura, alla presenza di rappresentanti dei Vostri Ministeri, per discutere delle stesse questioni di cui in questa lettera: la recente crisi di Governo ha ovviamente fatto fallire anche questa strada.Il Comitato Nazionale delle SSIS IX Ciclo ha raccolto in un poco più di un mese 4.375 firme (al 6/2/2008) tra gli 11.830 Specializzandi d’Italia, a sostegno di queste ragioni. Il nostro blog (www.nonociclo.wordpress.com) in due mesi e mezzo di vita ha superato i 35.000 contatti. Adesso, Signori Ministri, tutta questa gente chiede un incontro con voi. Chiede di poter discutere di questi temi, chiede di poter collaborare insieme nella fase di redazione del Decreto Attuativo delle norme previste in Finanziaria, alla ricerca di una soluzione che salvaguardi il nostro diritto al lavoro, alle pari opportunità e all’uguaglianza davanti alla legge.Certi di incontrare la Vostra disponibilità e di incontrarVi al più presto porgiamo distinti saluti

 

Comitato Nazionale delle SSIS IX Ciclo

venerdì, 8 febbraio 2008

Aggiornamento firme

Filed under: Senza Categoria — Giulio Vallarino @ 4:01 pm

Aggiornamento riguardo al numero di firme ricevute tra il 30/1 e il 6/2/08.

3742 (firme già ricevute al 29/1/08)

BARI 16
ROMA 69
CAMPANIA (Napoli, Teano, Benevento, S.M. Capua Vetere) 41
VALLE D’AOSTA 62
FIRENZE 106
TERAMO 54
FIRENZE 16
BOLOGNA 269

Totale parziale 633

TOTALE 4375

Siamo ancora in tempo per far fruttare la nostra splendida mobilitazione. Ovviamente la strategia dell’audizione in commissione cultura è da ritenersi sfumata, in quanto la commissione stessa ha sostanzialmente chiuso i battenti. L’On. Folena ha tuttavia mantenuto fede all’impegno preso con noi e si è reso disponibile a sostenere le nostre iniziative di pressione sui ministeri di Università e P.I.
A breve gli ultimi aggiornamenti su questo fronte. Forza!

giovedì, 7 febbraio 2008

Dal Giornale dell’Umbria del 5/2/08

Filed under: Senza Categoria — Violetta Rossi @ 1:04 pm

L’impegno dei colleghi della SSIS di Perugia continua a produrre risultati: qui sotto trovate l’articolo che Matteo Pascoletti, referente del Comitato, ha scritto per il quotidiano umbro.

leggi l’articolo 

domenica, 3 febbraio 2008

Quaderno grigio: le prime testimonianze

Filed under: Senza Categoria — Violetta Rossi @ 8:41 pm

Pubblicate nella sezione apposita le prime testimonianze relative al Quaderno Grigio sul Nono Ciclo, che raccoglie le vostre esperienze e i vostri sfoghi relativi al “Limbo” in cui ci troviamo.
Se volete farvi sentire, questo è il momento adatto per farlo!

venerdì, 1 febbraio 2008

Su La Comune n°9 febbraio-marzo 2008

Filed under: informazione — Elvira Gallelli IX Ciclo-Unical @ 9:55 pm

Vi segnaliamo un altro interessante articolo scritto dalla referente calabrese Roberta Schiavello, pubblicato dal periodico del Partito Comunista dei Lavoratori, sezione di Cosenza.

FABBRICA DI PRECARI
Clicca sul link per leggere l’articolo
la-comune.jpg

Dal settimanale Unical FATTI AL CUBO

Filed under: informazione — Elvira Gallelli IX Ciclo-Unical @ 9:42 pm

Vi segnaliamo un altro articolo pubblicato questa settimana dal Direttore responsabile del settimanale d’informazione dell’Università della Calabria, Daniela Ielasi, che ringraziamo. L’articolo, in buona sostanza, riprende un comunicato che noi specializzandi calabresi abbiamo diffuso in occasione di un incontro dibattito sul precariato, tenutosi il 16 gennaio scorso, organizzato dall’associazione UDU Cosenza.

Clicca sulla miniatura per leggere l’articolo

fatti-al-cubo.jpg

Da Il Quotidiano della Calabria del 30/01/2008

Filed under: informazione — Elvira Gallelli IX Ciclo-Unical @ 9:16 pm

Anche la stampa calabrese comincia a parlare di noi! Vi segnaliamo l’articolo pubblicato dal quotidiano a cui collabora la nostra collega Betty Pettinato.

Clicca sulla miniatura per leggere l’articolo

ilquotidiano.jpg

 

 

venerdì, 25 gennaio 2008

Il limbo in stand by…

Filed under: news dal Comitato — Giulio Vallarino @ 10:09 pm

La caduta del governo Prodi ha ovviamente causato il blocco di tutte le attività delle Commissioni parlamentari. Pertanto il nostro incontro con i membri della Commissione Cultura e i rappresentanti dei Ministeri dell’Università e della Pubblica Istruzione, previsto per l’inizio della settimana prossima, è slittato a data da destinarsi. Allo stato attuale l’accordo col Presidente Folena è quello di risentirsi “non appena riavremo un governo”, giacché solo allora le attività della Commissione potranno riprendere e gli appuntamenti in programma potranno essere onorati.

E’ forse questo il momento in cui tenere occhi e orecchie il più possibile aperti, perché tutto può succedere.

Intanto ecco dei dati riassuntivi, comunicati da Jacopo Micheli, riguardo il numero delle firme raccolte al 25/01/08, molte altre sono in arrivo. Ricordiamo che la campagna di petizione è scattata il 16/12/07 e che le prime firme sono pervenute meno di un mese fa.

(In alcuni casi le cifre possono differire leggermente dal totale indicato via email, poiché non è stato inserito il documento di riconoscimento)

CAGLIARI 141

NAPOLI 80

UMBRIA 216

PAVIA 93

MODENA 96

LAZIO Lingue stran. 550

LAZIO Arte e dis. 80

LAZIO Matemat. 62

LAZIO Ling-lett. 93

LAZIO ScienzeNat 573

CATANIA 283

TOSCANA 22

FERRARA 32

FIRENZE 136

TRIESTE 66

GENOVA 132

MESSINA 239

PISA 249

COSENZA 423

CHIETI 176

TOT. 3742

In arrivo

Messina (139); Firenze (17); Bari (16); Sassari (108); Firenze (76); Roma (60).

DOBBIAMO ESSERE TUTTI RICONOSCENTI A QUANTI DI NOI SI SONO PRODIGATI IN QUESTO SFORZO ORGANIZZATIVO. CONTINUIAMO COSI’!

tantae molis erat Ssissinam condere gentem

Il limbo in TV

Filed under: informazione — Giulio Vallarino @ 9:29 pm
 
Un plauso agli Specializzandi Umbri del IX ciclo che sono riusciti a portare il limbo in TV!
 
Lo scenario dei diritti negati ai futuri docenti : il caso SSIS MARTEDI 29 GENNAIO su:

PIANETA UMBRIA

Un programma di Francesca Ricci

Tutti i martedì ore 21.00

In replica Sabato ore 23.15 – Domenica ore 12.10

su Umbria TV e Umbria TV Channel (Canale 943 SKY)

mercoledì, 16 gennaio 2008

News – Ultime dalla Camera

Filed under: news dal Comitato — Giulio Vallarino @ 9:18 pm

L’audizione in Commissione Cultura rimane fissata solo in via ufficiosa, ma verosimilmente si terrà all’inizio della prossima settimana. Abbiamo già ricevuto moltissime firme e raccomandiamo la massima celerità nella raccolta di quelle che mancano. Ricordiamo che tutte le modalità di recapito dei plichi sono esposte nel post del 21 dicembre scorso. A presto per gli aggiornamenti definitivi.

lunedì, 14 gennaio 2008

Raggiunti i 20.000 contatti!

Filed under: news dal Comitato — Violetta Rossi @ 9:06 pm

domenica, 13 gennaio 2008

Da Liberazione del 13/01/08

Filed under: informazione — Violetta Rossi @ 9:32 pm

SSIS, DODICIMILA ISCRITTI RISCHIANO

DI AVER BUTTATO DUE ANNI E TANTI SOLDI

Clicca sulla miniatura per leggere l’articolo

articolo.jpg

Il limbo sulla stampa nazionale

Filed under: informazione — Violetta Rossi @ 8:44 pm

Finalmente anche la stampa nazionale comincia ad interessarsi a noi. Vi segnaliamo che su “Liberazione” di oggi, a pagina 4, è stato pubblicato un articolo di due colonne che illustra dettagliatamente la condizione degli iscritti al IX ciclo. Potete leggere l’articolo sul sito di “Liberazione”, http://www.liberazione.it. Entro stasera sarà disponibile anche su questo blog.

mercoledì, 9 gennaio 2008

Dal Corriere di Livorno del 9/1/08

Filed under: informazione — Violetta Rossi @ 9:53 pm

CHIUSE LE GRADUATORIE
PROTESTANO I FUTURI DOCENTI

I 12 mila iscritti alle scuole di specializzazione sospesi in un vuoto legislativo

Uscire dal limbo. E’ quello che vogliono i quasi 12.000 iscritti quest’anno al IX° ciclo SSIS, le scuole di specializzazione per la formazione degli insegnanti della Scuola secondaria.

Da poche settimane è nato un comitato nazionale per dare soluzione al problema dell’incerta posizione dell’ultimo ciclo in merito all’accesso alla professione docente. Succede infatti che a differenza dei cicli degli anni precedenti dove terminati i due anni di corso e svolto l’esame di stato, gli abilitati venivano inseriti nelle graduatorie permanenti, la principale e dolorosa novità per gli ultimi iscritti è che per loro le graduatorie sono chiuse (adesso si chiamano ad esaurimento).

Il disegno di legge finanziaria 2008 approvato dal Senato il 15 novembre scorso stabilisce infatti, all’art. 94 comma 6, che il nuovo sistema di reclutamento degli insegnanti consisterà in concorsi ordinari con cadenza biennale (con aspiranti che avranno come titoli una laurea triennale e due anni di corso abilitante, ovvero gli stessi titoli con i quali, oggi al massimo, si accede alle SSIS); contemporaneamente fa salva la validità delle graduatorie ad esaurimento ma non chiarisce la posizione di coloro che attualmente frequentano il IX ciclo SSIS, i quali al termine dei due anni di corso otterranno un’abilitazione all’insegnamento del tutto equivalente a quella conseguita nei cicli precedenti ma non potranno inserirsi in nessuna graduatoria.

“Eppure avremo frequentato una scuola di specializzazione in tutto e per tutto identica a quella dei cicli precedenti – si legge dall’appello del comitato nazionale – sia per quanto riguarda l’organizzazione didattica (tipologia e orari dei corsi, obbligo di frequenza) sia per quanto riguarda il costo delle tasse d’iscrizione (a Pisa sono di circa 2000 euro, l’anno), sia per quanto riguarda la regolamentazione dell’accesso (laurea specialistica o laurea vecchio ordinamento, test di accesso, numero chiuso). Se, come prospetta la nuova Finanziaria, il nuovo sistema di reclutamento consisterà in un concorso, a che cosa ci servirà l’aver frequentato una scuola di specializzazione per cui versiamo alle Università varie migliaia di euro in tasse e l’aver già superato un concorso in ingresso (test di ammissione) e uno in uscita (esame di Stato)?”.

Le prime scuole a mobilitarsi sono state le sedi SSIS di Umbria e Lazio, da ieri sono cominciati a circolare volantini di raccolta firme anche in Via Possenti 18, la struttura di Pisa che accoglie la sede della SSIS Toscana. La protesta è attiva anche in rete ( nonociclo.wordpress.com). “Per non creare disparità di trattamento tra gli specializzandi dell’attuale IX ciclo – sostiene Silvia Curti, impegnata nella protesta – e quelli dei precedenti cicli SSIS, non possiamo essere paragonati alle future forme di reclutamento docente, ma necessariamente dobbiamo rientrare nella procedura che finora ha caratterizzato le Scuole di Specializzazione Secondaria, vedendoci riconosciute le stesse possibilità di accesso alle graduatorie. Nel momento in cui si re-istituisce un nuovo ciclo S.S.I.S. (identico ai precedenti), si prende atto che i tempi non sono ancora maturi per un totale cambiamento. Quindi, il buon senso che dovrebbe essere il criterio ispiratore di ogni norma giuridica, impone l’obbligo di una disciplina specifica anche per questo nuovo ciclo e non un vuoto normativo che umilia gli sforzi e i sacrifici di 12 mila persone, ancora convinte, nonostante tutto, che la cultura sia una risorsa per questo paese e non un peso ingombrante”.

La politica tace o ignora, nonostante si susseguano appelli e passaggi parlamentari.

lunedì, 7 gennaio 2008

Dal quotidiano online Comincialitalia.net

Filed under: informazione — Violetta Rossi @ 2:37 pm

Vi segnaliamo un interessante articolo scritto da Andrea Ciampi, referente del Comitato per la Toscana, sul IX ciclo SSIS e più in generale sulle condizioni della classe docente (o aspirante tale) in Italia. Potete leggerlo al link:

http://www.comincialitalia.net/interna.asp?id_tipologia=26&id_articolo=5256

giovedì, 3 gennaio 2008

S.O.S. Il IX ciclo grida dal limbo!

Filed under: news dal Comitato — Violetta Rossi @ 3:10 pm
 
di Silvia Curti, SSIS Umbria

I nonociclisti imprigionati nel limbo osservano con attenzione l’attuale situazione dei futuri insegnanti: dopo le ultime news dal sito del Ministero della Pubblica Istruzione, non può che alzarsi un grido di denuncia per la disparità di trattamento che stiamo subendo!

Per chi non avesse ancora letto la notizia, ci riferiamo alla comunicazione pubblicata nel sito del MPI che ha per oggetto i corsi abilitanti speciali da attivare con modalità telematica.

Questi corsi si fondano essenzialmente su due Decreti Ministeriali: il primo è il D.M. n. 85 del 18 novembre 2005 che concerne l’attivazione dei corsi speciali per il conseguimento dell’abilitazione o idoneità all’insegnamento, riservati al personale che abbia prestato 360 giorni di servizio, il secondo è il D.M. n. 21 del 9 febbraio 2005 che riguarda l’attivazione dei corsi speciali abilitanti, riservati al personale in possesso del titolo di specializzazione per il sostegno, che abbia prestato 360 giorni di servizio su posto di sostegno.

In realtà questi corsi, che consentono l’ingresso in prima fascia, sarebbero dovuti terminare nel 2006, ma, come spesso accade in Italia, in molti casi non sono ancora stati attivati. Se poi si considera che in molti casi la procedura on-line svincola dall’obbligo di frequenza…il risultato parla da solo: 70mila iscritti!

I decreti su cui si basano i corsi citati sono rivolti a chi con il solo titolo e servizio era privo di abilitazione: erano quindi esclusi i già abilitati. Si parla al passato perché, in realtà, non è così che stanno le cose. Infatti, con un vero e proprio gioco di parole, dopo la parola “PRIVI”, aggiungendo la parola “SPECIFICA” davanti alla parola “ABILITAZIONE”, di fatto si da la possibilità ai già abilitati di collezionare altre abilitazioni guadagnando per ognuna 3 punti in ciascuna graduatoria a cui si ha accesso, da sommare ai consueti 12 punti di servizio.

E pensare che noi ne chiediamo solo UNA…LA PRIMA!

Ad onor del vero alcune università hanno applicato alla lettera la legge 143 (Moratti) escludendo dai suddetti corsi chi era già in possesso di abilitazione, ma il nostro Ministro Fioroni, così sensibile alle pene ed ai sacrifici dei suoi docenti, ha posto rimedio a questa ingiustizia con il comunicato prima menzionato, che merita di essere riportato nella sua parte più importante: <<…Premesso che la procedura abilitante on-line riguarda, di norma, solo i corsi non attivati dalle Istituzioni Universitarie del territorio di competenza, qualora si accerti che talune SSIS, nella fase di attivazione dei corsi speciali con procedura normale, abbiano escluso i docenti già in possesso di altra abilitazione, si ritiene opportuno, al fine di non creare disparità di trattamento tra gli aventi titolo a frequentare i corsi speciali abilitanti, consentire agli stessi la partecipazione alla procedura on-line…>>.

Alla luce di tutto questo, i nonociclisti sottolineano una ben più grave disparità di trattamento: il tempo storico che vivono i futuri docenti del IX ciclo è un periodo di transizione dove le nuove forme di reclutamento docente non sono ancora partite e, nonostante i tempi non maturi, è stato attivato il IX ciclo SSIS con le stesse modalità, gli stessi criteri di selezione e di conseguimento previsti nei cicli precedenti. Pertanto, per non creare disparità di trattamento tra gli specializzandi dell’attuale IX ciclo e quelli dei precedenti cicli SSIS, non possiamo essere paragonati alle future forme di reclutamento docente, ma necessariamente dobbiamo rientrare nella procedura che finora ha caratterizzato le Scuole di Specializzazione Secondaria, vedendoci riconosciute le stesse possibilità di accesso alle graduatorie.

Tutti noi abbiamo partecipato al concorso di ammissione alla S.S.I.S a.a. 2007/2008, anche consapevoli delle graduatorie ad esaurimento, perché non esiste alternativa: è l’unica strada da percorrere se si vuole insegnare in Italia.

Nel momento in cui si re-istituisce un nuovo ciclo S.S.I.S. (identico ai precedenti), si prende atto che i tempi non sono ancora maturi per un totale cambiamento. Quindi, il buon senso che dovrebbe essere il criterio ispiratore di ogni norma giuridica, impone l’obbligo di una disciplina specifica anche per questo nuovo ciclo e non un vuoto normativo che umilia gli sforzi e i sacrifici di 12 mila persone, ancora convinte, nonostante tutto, che la cultura sia una risorsa per questo paese e non un peso ingombrante.

Speriamo che il Ministro Fioroni sia sensibile anche al grido di denuncia dei nonociclisti, futuri docenti della scuola di oggi!

 

domenica, 30 dicembre 2007

Dal Gazzettino di Udine del 28/12/2007

Filed under: informazione — Elvira Gallelli IX Ciclo-Unical @ 10:03 am

La stampa continua a parlare di noi! Vi segnaliamo il link dell’articolo pubblicato alla nostra collega Sara Volpato – Cobaslid Venezia.

http://www.gazzettino.it/VisualizzaArticolo.php3?Luogo=Udine&Codice=3627297&Data=2007-12-28&Pagina=15

lunedì, 24 dicembre 2007

Manda un’e-mail al Ministro!

Filed under: Senza Categoria — Violetta Rossi @ 11:48 am

In pieno clima natalizio, il Comitato Nazionale delle SSIS IX ciclo non può esimersi dal fare un regalo ai Ministri Fioroni e Mussi, ai quali si deve la paradossale situazione in cui ci troviamo noi nonociclisti…

Raccogliendo volentieri una proposta avanzata da vari colleghi, lettori di questo blog, invitiamo tutti ad inviare agli indirizzi e-mail fioroni_g@camera.it e mussi_f@camera.it il seguente messaggio:

OGGETTO: IX CICLO SSIS 

Gentile Ministro,

il Comitato Nazionale delle SSIS IX ciclo, un coordinamento spontaneo degli aspiranti docenti iscritti per il 2007/08 al primo anno delle SSIS e dei COBASLID, intende richiamare la Sua attenzione sulla difficile e incerta condizione in cui versano, ad oggi, circa 12.000 persone.

Dopo aver superato un duro concorso di ammissione, noi ci troviamo a frequentare una scuola di specializzazione del tutto identica (costi compresi) a quella che, fino allo scorso anno, consentiva l’inserimento nelle graduatorie provinciali e quindi l’accesso alla professione docente. Ma, dopo che la Finanziaria 2007 ha convertito le graduatorie permanenti in graduatorie ad esaurimento, la legge ci esclude dalle graduatorie, e non sappiamo a che cosa ci varrà l’abilitazione all’insegnamento che conseguiremo al termine dei due impegnativi anni di corso.

Se, come prospetta la nuova Finanziaria, il nuovo sistema di reclutamento consisterà in un concorso, a che cosa ci servirà l’aver frequentato una scuola di specializzazione per cui versiamo alle Università varie migliaia di euro in tasse e l’aver già superato un concorso in ingresso (test di ammissione) e uno in uscita (esame di Stato)? 

Chiediamo al governo di dare una risposta alla richiesta, che ci sembra legittima, di garanzie, da parte di una così larga fetta della futura classe docente di questo Paese.

Nel ringraziarLa dell’attenzione, porgiamo distinti saluti.

Comitato Nazionale delle SSIS IX ciclo                                                               

http://www.nonociclo.wordpress.com 

 

Auguri di Buon Natale a tutti! 

venerdì, 21 dicembre 2007

La raccolta firme del Comitato: tutte le informazioni

Filed under: contatti — Elvira Gallelli IX Ciclo-Unical @ 9:59 pm

Una volta completata la raccolta di firme sul modulo scaricabile da questo blog (vedi sotto “SCARICA IL MODULO PER LA PETIZIONE”), i colleghi possono inviarle in busta chiusa, specificando il mittente, a:

JACOPO MICHELI

Fermoposta Roma Montesacro

00141 ROMA

Dopo averle inviate, vi preghiamo di mandare un’email all’indirizzo ssis.nono.ciclo@gmail.com specificando la sede, il numero di firme raccolte e il nome e un recapito di chi si è incaricato dell’operazione.

I colleghi del Lazio – in particolare degli indirizzi Tecnologico, Arte e disegno e Scienze motorie, di cui non possediamo ancora le firme – possono mettersi in contatto con Jacopo Micheli (jacopo.micheli@tiscali.it), che provvederà alla raccolta.

Invitate tutti a firmare: un passo importante per uscire dal limbo!

Older Posts »

Blog su WordPress.com.